Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

HONG KONG, MADE IN ITALY DAY, parte il progetto “Italy, the History of its Future”

Locandina

Nella giornata dedicata alla promozione del Made in Italy, è partito a Hong Kong il progetto rivolto a studenti e neolaureati, nei settori cinema, audiovisivo, comunicazione digitale e media, che si svilupperà in un concorso per la produzione di video della durata massima di 90 secondi sul tema “Made in Italy”. L’iniziativa, promossa in collaborazione dal Consolato Generale e dall’Ufficio ICE di Hong Kong e Macao, si è aperta con un seminario presso la City University di Hong Kong e con un workshop ospitato dalla School of Design del Politecnico di Hong Kong. Sono intervenuti la Creative Director italiana, Paola De Luca, e l’Head of Visual Arts di IED – Istituto Europeo di Design, Prof. Max Giovagnoli. Paola De Luca si è intrattenuta sul tema “Made in Italy” e creatività, proponendo alcuni spunti di riflessione sul riposizionamento del marchio “Made in Italy” alla luce dell’evoluzione dei mercati e dei cambiamenti globali. In una lezione sull’argomento “Is there an “Italian Way” in creating audiovisual contents?”, Max Giovagnoli ha analizzato alcuni progetti di comunicazione correlati con note firme italiane, ricavandone 10 regole d’oro per la produzione di contenuti audiovisivi di alto impatto mediatico. Il Console Generale d’Italia a Hong Kong e Macao, Carmelo Ficarra, si è soffermato sulle caratteristiche generali del concorso, annunciando due ulteriori seminari su “la storia del “Made in Italy” e su “Made in Italy e prodotto” e precisando che la competizione prevede anche una fase di esperienze dirette di “Made in Italy”, in collaborazione con alcuni tra i più noti brand italiani presenti a Hong Kong. IED – Istituto Europeo di Design, partner italiano del progetto, offrirà all’autore o autrice del miglior video la frequenza gratuita ad un corso di formazione estivo dal titolo “Rome Architectural Sketchbook”, presso la sua sede di Roma.

Per maggiori informazioni sul progetto, cliccare qui.